giovedì 5 novembre 2015

telai

Il telaio costituisce  la struttura  portante della moto  alla quale sono fissati  il motore  e le sospensioni  nonché la sella  il serbatoio  e tutti  i vari accessori che compongono il veicolo

TELAIO A DOPPIA CULLA
sono costituiti  da due tubi che partendo dal canotto di sterzo scendono verso il basso a sostenere  inferiormente  il motore per poi  ripiegarsi ancora una volta  verso l'alto  e congiungersi alla struttura superiore  generalmente  nella zona sottostante  la parte anteriore della sella
La struttura superiore che parte anch' essa  dal canotto  di sterzo  può essere fermate da due tubi affiancati  oppure da un solo tubo di diametro rilevante

TELAI A CULLA SEMPLICE
Hanno generalmente una struttura superiore composta da un solo tubo  di ragguardevole diametro anche il motore è sostenuto  da un unico tubo che costituisce la parte inferiore del telaio
Sia i telai a doppia culla che quelli a culla semplice hanno il loro punto di forza nella struttura tubolare superiore  calcolata in modo da sopportare elevate sollecitazioni  torsionali  e flessionali  in ambedue i casi la struttura inferiore può essere chiusa  ossia coi tubi che partono dal canotto  di sterzo senza alcuna interruzione avvolgono  inferiormente il motore e si portano poi al punto di congiunzione con la struttura superiore oppure aperta nel caso in cui la culla non avvolga inferiormente il  motore ma ne sfrutti  la rigidità strutturale per ottenere un tramite fra la sua parte anteriore e la parte posteriore
Inoltre la culla  può essere di tipo rialzato  con i tubi inferiori del telaio che invece di passare sotto al motore passano sopra il basamento e in questo caso  il propulsore  non è più appoggiato al telaio  ma risulta sospeso a esso

TELAI A TRALICCIO
sono generalmente  composti da una complessa  intelaiatura di tubi di piccolo o medio diametro  con elementi portanti  ed elementi di rinforzo  saldati fra di loro
La struttura di un telaio a traliccio  non è vincolata  a un preciso schema prestabilito quasi  sempre comunque si tratta di un rigido  intreccio di tubi che  partendo dal canotto di sterzo  sostiene dall'alto il motore  e nella parte posteriore si allunga a sostenere la sella scendendo verso il basso  sino all'altezza del punto di attacco del forcellone oscillante della sospensione

TELAIO  DELTABOX
Tra le più importanti novità tecniche  apparse e affermatasi  spiccano i telai per moto stradali di elevata prestazione  con struttura a doppia culla perimetrale  ( i due rami superiori abbracciano la testata del motore in vece di passare sopra ess) e quelli a doppia trave superiore ( la struttura può esser completata da una piccola culla inferiore).
Di questi ultimi il più famoso è forse il Deltabox della Yamaha.
I due elementi  portanti superiori scendono in diagonale collegando le due zone più sollecitate della intera struttura del vicolo ovverosia quella del canotto  di sterzo  e quella del fulcro del forcellone.
Telai  realizzati  con questo schema (il motore in genere viene incastonato  nella parte inferiore della struttura utilizzando  due bretelle di fissaggio  nella zona anteriore) sono impiegati  quasi universalmente sulle moto del Gran Premio
I due travi superiori in genere hanno una sezione  rettangolare  oppure sono scatolati in modo da unire a una notevole leggerezza una grande rigidità

TELAI MONOSCOCCA
Pur inserendosi nel capitolo dei telai in lamiera stampata i monoscocca rappresentano qualcosa di diverso
Il telaio monoscocca è sostanzialmente una carrozzeria  portante  e costituisce al contrario di quanto accade per i telai tubolari o in lamiera o misti di schema classico  non una struttura portante su cui poggiano elementi staccati indispensabili quali il serbatoio  e la sella bensì  un unico complesso che assolve egregiamente più funzioni riducendo di molto il numero di parti  costitutive una motocicletta e rivoluzionando l'aspetto esterno  e quindi  l'estetica del veicolo

Nessun commento:

Posta un commento