mercoledì 7 ottobre 2015

trasmissione a cardano

Una soluzione eccellente dal punto di vista della durata affidabilità e possibilità di funzionamento anche a regimi assai elevati è costituita dall'adozione di una coppia di ingranaggi (cardano)  per trasmettere il moto dall'albero  a gomiti al primario del cambio.
D'altro canto questa soluzione è più costosa  e il rendimento è lievemente  inferiore a quello di una catena  a rulli
I due ingranaggi possono essere a dentatura dritta o elicoidale nel primo caso (adottato universalmente nel campo dei motori da competizione) si avrà un rendimento meccanico lievemente migliore unito però  a un funzionamento che  è più difficile rendere silenzioso
Gli ingranaggio con i denti elicoidali si adottano di norma per motori di tipo turistico prodotti in grande serie essi generano una componente assiale (ovvero una spinta avente la stessa direzione degli assi di rotazione degli ingranaggi) che si  scarica sui cuscinetti che supportano gli alberi ai quali sono vincolati gli ingranaggi stessi  che devono essere ottimamente lubrificati durante il funzionamento  (si adottano in genere lubrificazione a nebbia a sbattimento ecc.)
Quando la trasmissione primaria è a cardano  il senso di rotazione risulta invertito  rispetto a quello dell'albero a gomiti
La lubrificazione della trasmissione primaria viene in genere assicurata  da una certa quantità di olio  nella quale vanno a immergersi i denti della parte più bassa della corona durante la rotazione

Nessun commento:

Posta un commento