mercoledì 1 aprile 2015

il motore a quattro tempi - il pistone

scorre all'interno del cilindro ed è costituito da uno stantuffo  in lega di alluminio (ricavato per fusione o molto più raramente per stampaggio) dotato di una forma simile ad un bicchiere rovesciato
tra cilindro e pistone  deve esistere  un lieve gioco  tale da permettere  la formazione  di un velo di olio  lubrificante  che deve essere sempre presente  tra i due organi  in movimento reciproco 
Nella parte  più alta  del pistone sono posti entro apposite cave  i segmenti  o fasce elastiche  che hanno l'importante funzione  di assicurare  la tenuta dei gas   segmenti di tenuta  e all'olio  segmenti di raschiaolio
si adottano di norma  due segmenti di tenuta che sono posti nelle cave più in alto e un segmento raschiaolio sistemato poco sopra lo spinotto

L'alesaggio è il diametro interno del cilindro ovvero il diametro della canna entro cui scorre con un lievissimo gioco il pistone
la distanza b che il pistone  percorre quando si sposta dal Punto Morto Inferiore e il Punto Morto Superiore  viene detta corsa
se il pistone è a "cielo" piatto moltiplicando la superficie del "cielo" del pistone per la corsa  si ottiene la cilindrata  in altre parole la cilindrata si ottiene  dalla relazione r x r x 3,142 x corsa nella quale
r =1/2 alesaggio 
Qualora il motore sia pluricilindrico  si otterrà  con tale formula la cilindrata  unitaria cioè di un solo cilindro  la quale va moltiplicata per il numero dei cilindri  in modo da ottenere la cilindrata totale

viene detto rapporto di compressione il rapporto tra il volume totale del cilindro compresa  la camera di combustione  e il volume  della sola camera di combustione 
g

Nessun commento:

Posta un commento