martedì 7 luglio 2015

Buell e VR 1000

fin dall'inizio Erik Buell  il fondatore della società Buell lavora solo su basi Harley Davidson contrariamente agli altri tecnici che utilizzano  basi diverse per realizzare le loro moto sportive
Erik Buell ingegnere  iniziò a lavorare  per la Harley Davidson  pur avendo  un gusto pronunciato per le moto sportive
Nel 1987  con undici collaboratori  aprì un'officina  a Mukwonago, nel  Wisconsin a circa venti minuti da Milwaukee  per realizzare  la sua moto la RR 1000 completamente carenata  e con il motore  della XR 1000 
Risultando più leggera  e capace di prestazioni  superiori rispetto  alla motocicletta che correva  per la Harley Davidson  e l'HOG fu adottata  al posto di quella
La Buell possiede un telaio a traliccio  in tubi curvi  al cromo molibdeno sul quale il motore è sospeso  mediante un sistema  di silentbloc e assi regolabili che consentono  di isolare bene il conducente  dalle vibrazioni  del bicilindrico  nel 1989 oltre  alla RR 1000  la Buell lanciò  la RR 1200 che monta un motore  di concezione più moderna
Nel 1990 uscì la RS 1200 migliorata nella ciclistica  ma soprattutto  più comoda e pratica
La sella con cerniere passò  da mono a biposto  con uno schienalino  che seguiva la sagoma del dorso del passeggero
Dopo l'acquisizione  da parte della Harley Davidson o più precisamente  dopo l'apporto di capitale della Harley Davidson la società Buell praticamente all'orlo di un collasso riprese la produzione
La gamma  si arricchì  con Buell sportive dotate di bauletti in poliestere e con una carenatura bassa  da turismo come i modelli sportivi giapponesi che  pretendono di essere d turismo
In compenso  e benché  questo non corrispondesse alla filosofia degli  utilizzatori  di Harley Davidson il fatto che la società di Milwaukee investisse nel settore della competizione con una vera e propria moto da corsa  la VR 1000 non faceva che confermare  le condizioni eccellenti  della società
Inoltre dato che il settore delle gare costituiva il miglior laboratorio  possibile per far evolvere  la moto  la VR1000 consentì  alla Harley di sviluppare nuove tecniche  in seguito applicate  alle moto da turismo  della gamma senza peraltro  alterare lo spirito che le animava e portandole al successo 
La VR 1000 interamente  fabbricata negli Stati Uniti  ha una trasmissione integrata al motore come le Sporster 
L'elemento più o

riginale  tuttavia resta il motore bicilindrico  a V che ha un'inclinazione di 60 gradi e carter dotati  di piano di raccordo orizzontali  il perso è di 73 chilogrammi  e il motore sviluppa  140 cavalli  a regime massimo  di 10.850 giri al minuto
questa moto ha partecipato a  numerose gare negli Stati Uniti  si è evoluta  nel corso degli anni

Nessun commento:

Posta un commento