giovedì 9 luglio 2015

La nascita dell'Harley Davidson Twin cam 88

La gamma Harley del 1998  è già segnata dalla comparsa annunciata di un blocco propulsore  che equipaggerà  le moto con Big Twin  del futuro 
in effetti  il 1998 è anche  la data del 95° anniversario della Casa di Milwaukee  un avvenimento cui prendono parte alcune nuove moto  mentre una serie limitata di modelli differenti viene decorata con grafia particolare una vernice speciale a due toni di colore al Midnight e Champagne  Pearl  e con un blasone - 95° anniversario - sul serbatorio 
I modellli riguardano l'intera gamma e concernono la Sportster  1200 custom  la Dyna Wide Glide  le Softail  Fat Boy e Heritage Springer, Le Electra Glide  Classic injection e Ultra Classic  oltre alla Road King Classci e alla Road Glide
la comparsa della Softail Night Train nel 1998 merita di essere sottolineata
Concepita sulla base di una Softail  Custom ma interamente nera questa moto dal prezzo  attraente destinata solo al mercato europeo ha un successo così immediato che  si vede integrare alla  gamma Harley  già nel 1999  reintroduce le Softail standard
Nel 1998  infatti a parte qualche minima  modifica su alcune Big Twin solo la Sportster XL 1200  S Sport  beneficia di una reale miglioria meccanica equipaggiandosi  all'origine  con una doppia accensione  una testata in grado  di accettare due candele per cilindro  e con nuovi alberi  a camme 
Sempre nel  1998  appare la Sportster  XL 53 C Custom con numerose cromature  una sella biposto e un cerchione posteriore lenticolare come la Softail  Night Train con cui condivide la carriera
La vera novità del 1998  comunque si annuncia in estate  è il nuovo motore  Twin Cam  88 che equipaggerà  le Big Twin Dyna e Electra della Gamma  1999  anche se le consegne iniziano  già nell'autunno 1998
E' dunque ufficialmente a partire dal 1999 che l'Harley Davidson  equipaggia parte dei modelle della gamma Big Twin  con il novo blocco propulsore battezzato  Twin Cam 88 e soprannominato Fathead
Se questo nuovo motore con una cilindrata di 145 cm cubi  (1449  per l'esattezza ovvero 88 cubic inches ) possiede un'estetica  che evoca l'Evolution benché massiccia  l'architettura interna  e le soluzioni tecniche  adottate in compenso  ne fanno una vera novità
I dati  sono eloquenti  con una coppia id 106 newtonmetri  a 3500 giri al minuto  superiore a quella dell'Evolution  e una potenza (63 cavalli)  incrementata  del 14% si impone come motore più prestante  rivelando allo stesso tempo  una meccanica ancora più affidabile  e silenziosa
Il V Twin è posizionato  come vuole la tradizione Harley a 45° ed equipaggia solamente le Dyna Glide e le Electra della gamma 1999 mentre ne viene ricavata una versione da utilizzare sulle Softail  a partire dai modelli 2000 
Il derivato  battezzato Twin Cam 88 B ha la particolarità di essere dotato di un sistema di equilibratura interna a controalbero  allo scopo di ridurre  le vibrazioni e di poter esser montato su nuovi telai  Softail in grado di riceverlo
Il 1999 dunque è l'ultimo anno  di produzione dei motori Evolution 1340  cm cubi
Una nuova moto creata sulla base del Twin Cam 88 appare nel 1999 la Dyna Super Glide  Sport
Nel 2000 il montaggio  del Twin Cam 88 b sulle Softail si accompagna  all'introduzione della Softail Deuce un modello dalla linea raffinata con il serbatoio  la sella e i parafanghi  modificati e dotata di una ruota posteriore lenticolare 
L'anno 2001  permetterà alle Softail Fat boy  Deuce e Heritage Classic di essere disponibili  a scelta in versione  a carburatore o iniezione  e alla Super Glide T-sport che propone numerose possibilità di adattamento alle esigenze del pilota ed è accessoriata all'origine con borse in nylon  e con un cupolino regolabile
Queste piccole modifiche annunciano un nuovo avvenimento e soprattutto  dimostrano che l'anno del centenario  della marca si sta avvicinando 

Nessun commento:

Posta un commento