giovedì 30 luglio 2015

i prinicipali componenti del motore - la testata

Nella testata  detta anche "testa" viene ricavata la camera di combustione (tranne nel caso  che venga adottata una camera "heron " che come già visto  è ricavata internamente nel cielo del pistone)   in essa vengono alloggiate  la candela e nei motori a quattro tempi  le valvole e vari organi della distribuzione (molle, guidavalvole sedi ecc.) oltre ai condotti  di aspirazione e scarico
 vi è una diversità tra la testata a due tempi e quattro tempi 
mentre nel primo caso  si ha una organo piuttosto semplice  privo di parti  riportate e in pratica formato da una parete di alluminio  (fittamente alettata se il motore è raffreddato ad aria ) che circonda la camera di combustione nei motori a quattro tempi  abbiamo a che fare con un  organo notevolmente complesso  (soprattutto in caso di motori  pluricilindrici  e con distribuzione con uno o due alberi a camme in testa ) con due diversi  parti "riportate"  ovvero installate  nella testa mediante  interferenza  oppure addirittura incorporate di fusione
tra il piano di base della testata e quello superiore del cilindro  sporge il bordino  della canna che va ad inserirsi  in un alloggiamento  pratico nella testa tutt'attorno  alla camera di combustione
in qualche motore  a due tempi  al posto della guarnizione della testa si impiegano 2 elementi  di tenuta tipo 0-ring in gomma sintetica che vengono alloggiati in apposite cave
La testata può venire fissata direttamente alla sommità del cilindro  il quale poi a sua volta viene unito al basamento  in modo del tutto  indipendente  mediante viti  o corti prigionieri  oppure può essere  unita al cilindro tramite  lunghi prigionieri  avvitati nel basamento ( in questo caso il cilindro viene serrato tra testa e carter)


                                      



 
 

Nessun commento:

Posta un commento