mercoledì 1 luglio 2015

come è fatta una moto sedi delle valvole

le sedi delle valvole sono costituite da  anelli di ghisa, bronzo  o acciaio  che vengono installati  nella testata mediante una interferenza di valore piuttosto  notevole più raramente  vengono incorporati di fusione
Nel primo caso  per il  montaggio degli anelli-sede  si porta la testata ad una temperatura  piuttosto elevata  in modo da far si che  grazie alla dilatazione termica  gli alloggiamenti delle valvole aumentino di diametro  e l'installazione  possa avvenire  senza difficoltà talvolta è necessario che  l'anello-sede subisca un notevole raffreddamento (in ghiaccio secco o azoto liquido)  perché si a possibile effettuare l'installazione  nella testata
Fino a pochi anni fa in alcuni motori si ricorreva a una calotta in ghisa o in bronzo  che veniva incorporata  di fusione nella testa e che in pratica costituiva le pareti della camera di combustione  in essa erano ricavate le sedi delle valvole e il foro filettato per la candela 
in alcuni motori  la testata è divisa in due parti
nei monocilindrici a due tempi  questo componente è in pratica costituito da una cupola nella quale è ricavata la camera di combustione che viene fissata superiormente alla canna del cilindro  e da una sorta di coperchio tra questo e la cupola passa l'acqua di affreddamento
In alcuni quadricilindrici  si impiega una testata vera e propria  nella quale sono ricavati  i condotti  e vengono alloggiate le valvole più un sopratesta nel quale  sono ricavate  le sedi delle punterie a bicchiere e i supporti  per gli alberi a camme
Vengono dette punterie gli organi animati da moto  rettilineo  alternato  sui quali lavorano  gli eccentrici dell'albero a camme 
esse vengono  alloggiate in  apposite sedi  cilindriche e trasformano il moto  di rotazione dell'eccentrico in  moto alterno  che viene trasmesso alla valvola

Nessun commento:

Posta un commento