giovedì 11 giugno 2015

VIVERE E CREARE - ARLEN NESS

Arlen Ness ha passto la giovinezza nell'atmosfera delle Hot-Tods e sui chopper di San Francisco in California  rifinendo la sua moto  mentre faceva il camionista  e poi il carpentiere per  finanziare la sua passione
a 28 anni riusciva a vivere come designer diventando ogni giorno sempre più apprezzato la sua carriera è avanzata molto rapidamente
l'avvento delle  CNC  (macchine a controllo numerico computerizzato)  gli permise di  produrre in grandi quantità  e di lanciare sul mercato  fantastici accessori di alluminio  per moto V- Twin
decise allora di sbarcare in Europa dove fu influenzato dall'arte francese  colpito dalle linee maestose delle macchine d'epoca ma anche dalle macchine sportive italiane
tornato in America  era se possibile più creativo  inaugurò una linea Kustom
il lavoro di carrozzeria  audace per le difficoltà e armonioso nelle linee  dolci prive di  aggressività segnò la svolta  nel mondo delle moto  e gli permise di crearsi una solida reputazione
Ha progressivamente costruito un impero della customizzazione
non ha mai smesso di  innovare consapevole della sua vena artistica  lavora con il figlio Cory
Arlen Ness è un vero artista  diventato senza volerlo  una leggenda nell'universo delle due ruote
In principio si occupava solo dell'estetica delle moto soprattutto degli amici e continuò nel lavoro di carpentiere poi conobbe i veri biker
Decise di occuparsi completamente alle moto iniziò a disegnare modelli di  manubri personalizzati alti per i chopper
naturalmente l'attività divenne sempre più importante assunse del personale  e si fece aiutare dal fratello
quando aveva trent'anni adorava il look chopper  il suo desiderio era quello di costruire una moto  quello che più gli piaceva dell'Harley era il suono del motore  le forme snelle la simmetria e soprattutto la possibilità di customizzare
Arlen non aveva al tempo esempi da seguire  né una scuola  a cui rifarsi  doveva solo inventare
si concentrò sull'armonia delle linee sull'equilibrio delle dimensioni 
Ness non amava le forme esagerate  le forcelle troppo lunghe  ma guardava all'armonia delle proporzioni
il sogno di Arlen era completare un catalogo che contenesse tutti pezzi necessari per costruire una motocicletta  Ness al cento per cento
un altro sogno era costruire veicoli assemblati personalmente
il mito Ness ha conosciuto una diffusione straordinaria il suo pubblico lo considera una leggenda

Nessun commento:

Posta un commento